Ultimi articoli pubblicati
Considerazioni sul deposito temporaneo - Parte III
Siamo giunti, se avete avuto la pazienza di leggermi fino a qui, alla disamina della sentenza in oggetto.Non sono un grande scrittore ed i puristi del “Giallo Mondadori” mi avrebbero già cacciato a suon di calcioni per quanto sto per fare: spoilerare!Si legge nella sentenza che il “deposito t... continua a leggere
Considerazioni sul deposito temporaneo - Parte II
Proseguendo nella disamina dell’universo dei Depositi Temporanei, risulta opportuno soffermarsi sui RIFIUTI DA MANUTENZIONE.Di eccezione dell’eccezione si può parlare, infine, con riferimento alla specifica disciplina prevista in caso di rifiuti provenienti da attività di manutenzione. ... continua a leggere
Considerazioni sul deposito temporaneo di rifiuti alla luce della sentenza 20841
Da tempo immemore (l’istituto risale addirittura ai lavori propedeutici al D.lgs 22/1997) è presente una fattispecie giuridica che permette, con il rispetto di determinate regole additive fra loro, di eccezionare l’ordinario complesso di norme che regolano la gestione dei rifiuti. Tale “istit... continua a leggere
Prossima fermata: il MUD!
Prossima fermata: il MUD! Spirerà il prossimo 30 Giugno (con termine prorogato di diritto al primo giorno lavorativo utile, cadente il 1 Luglio) il termine per la presentazione del modello unico di dichiarazione ambienta... continua a leggere
A chi spetta l’onere di classificare un rifiuto?
Il tema della classificazione dei rifiuti è tanto affascinante quanto dibattuto. La normativa, infatti, stabilisce, all’articolo 188 del D.lgs 152/2006 che “Il produttore iniziale, o altro detentore, di rifiuti provvede al loro trattamento direttamente ovvero mediante l'affidamento ad intermedi... continua a leggere
Il cambiamento climatico e gli impatti sulla prevenzione territoriale
Che il cambiamento climatico sia entrato a far parte del patrimonio “culturale” (disatteso!) delle generazioni presenti è evidenza tanto solare quanto, ahimè, sottovalutata. Le evidenze di tale cambiamento erano già presenti (e negate) dal 1977! ... continua a leggere
Idrogeo: la piattaforma italiana sul dissesto idrogeologico
Idrogeo: la piattaforma italiana sul dissesto idrogeologico   In un territorio, come italiano, caratterizzato da una profonda incertezza relativa alle condizioni idrogeologiche di fondo, in cui oltre 1.300.000 persone vivono in zone a rischio frana e poco meno di 8 milioni in zone a rischio alluv... continua a leggere
Residui manutenzione del verde: non ammissibili ai sottoprodotti
In risposta alle richieste avanzate dal Mase, la Commissione Europea ha formulato un’articolata risposta sul perché i residui derivanti dalla manutenzione del verde, sia pubblico che privato, non possano essere alienati dalla disciplina dei rifiuti né come tali né come “non rifiuti”, in par... continua a leggere
C’è chi l’aveva detto…piccole considerazioni sulla L. 137/2023
In epoca non sospetta ci fu chi, come lo scrivente, profetizzò la cattura di Fleximan. Al di là del fatto in sé (tralascio volutamente ogni considerazione personale sul personaggio o sui suoi bersagli), mi piace concentrarmi su quella che, a mio dire, sarebbe stato l’esito dell’operazione “... continua a leggere
Il Trizio nelle moderne indagini isotopico-ambientali
Un parametro divenuto fondamentale nelle moderne analisi chimico-isotopiche eseguite sulle acque di falda suscettibili di contaminazione da parte dei reflui di discarica, è la presenza o meno di trizio nel campione.   ... continua a leggere
Direttiva (UE) 2024/1203: tutela penale dell'ambiente
Entrerà in vigore il prossimo 20 Maggio la Direttiva (UE) 2024/1203 del Parlamento Europeo e del Consiglio varata lo scorso 11 aprile e pubblicata in data 30 Aprile, riguardante la tutela penale dell’ambiente. ... continua a leggere
Le ultime novità in materia di legislazione ambientale
Periodo favorevole alla produzione legislativa, quello primo primaverile, che segue, a poca distanza, le novità già introdotte dal c.d- Decreto Milleproroghe.Fare una disamina, adesso dei vari provvedimenti, porterebbe a sicuri errori interpretativi. In attesa, quindi, che, come al solito, le Legg... continua a leggere
Il P.A.C.: lo Zero Pollution Action Plan - Parte IV
In questo (lungo) articolo ho voluto trattare un tema che troppo spesso è caduto nel dimenticatoio da parte di tutti noi, la salute  umana in relazione alle immissioni in atmosfera, offrendo un punto di vista diverso dal “classico comignolo” industriale dell’immaginario collettivo. ... continua a leggere
Il P.A.C. Piano di Azione Comunale in materia di tutela dell’ambiente- Parte III
Proseguendo nella trattazione degli interventi e misure preventivabili ed attuabili nell’ambito della salvaguardia della qualità dell’aria, non possiamo esimerci dal trattare l’argomento mobilità. ... continua a leggere
P.A.C. Piano di Azione Comunale in materia di tutela dell’ambiente - Parte II
Il P.A.C. Piano di Azione Comunale in materia di tutela dell’ambiente dalle emissioni di particolato, parte II   Molteplici sono gli interventi attuabili ai fin di un miglioramento generale della qualità dell’aria. Alcuni sono già stati suggeriti all’interno di questa rivista: dalle pensi... continua a leggere
Il P.A.C.: Piano di Azione Comunale in materia di tutela dell’ambiente - Parte I
Il P.A.C. - Piano di Azione Comunale in materia di tutela dell’ambiente dalle emissioni di particolato Il P.A.C., acronimo per “Piano di Azione Comunale”, è uno strumento di programmazione che le amministrazioni comunali, ai sensi Decreto legislativo n. 155 del 13.08.2010 “Attuazione della... continua a leggere
Le novità in materia ambientale apportate dal D.L. 2015/2023
Immancabile appuntamento decembrino, anche quest’anno “spulciamo” il consueto “decreto mille-proroghe” ormai assuefatti all’impossibilità di mantenere le scadenze prefissate negli atti originari.Si propone questa disamina dei contenuti con le relative modifiche apportate che, vale la pe... continua a leggere
Decreto Direttoriale 19/12/2023, N. 251: svelati i codici! Parte III
Decreto Direttoriale 19/12/2023, N. 251: svelati i codici! Parte III Introduzione Come anticipato nel precedente numero, il Decreto Direttoriale detta le istruzioni su come procedere alla compilazione dei nuovi schemi relativi al nuovo modello di registro di carico e scarico e formulario di identi... continua a leggere
Decreto Direttoriale 19/12/2023, N. 251: svelati i codici! Parte II
Decreto Direttoriale 19/12/2023, N. 251: svelati i codici! Parte II IntroduzioneCome anticipato nel precedente numero, il Decreto Direttoriale detta le istruzioni su come procedere alla compilazione dei nuovi schemi relativi al nuovo modello di registro di carico e scarico e formulario di identific... continua a leggere
Decreto Direttoriale 19/12/2023, N. 251: svelati i codici! Parte I
Introduzione Non erano mancati i dubbi all’emanazione del DM 59/2023 quando, anche dalle pagine di questa rivista, eravamo rimasti “perplessi” sui nuovi codici introdotti nella rinnovata guisa del formulario di identificazione dei rifiuti e del relativo registro di carico es carico.Oggi, con ... continua a leggere
L. 137/2023: commento ed interpretazione delle prime linee guida - Parte II
L. 137/2023: commento ed interpretazione delle prime linee  guida e chiarimenti operativi forniti dai vari Organi giudiziari e di controllo – Parte II Riprendiamo l’argomento trattato ripartendo proprio dall’ultima disamina proposta circa il dualismo di azioni da intraprendere. Nello scorso ... continua a leggere